mushi giapponesi al tè matcha

Ho visto questi dolcetti e me ne sono innamorata! Erano le 21:30 di giovedì scorso, ero sul divano a sbirciare di qui e di là sui social. Come faccio sempre cercavo nuove idee, ispirazioni e si, lo ammetto, anche qualche gossip! (E che ci volete fare? Sempre donne siamo!) Ad un certo punto vedo queste palline di color verde pallido e me ne innamoro. Non sono riuscita a trattenere l’entusiasmo; mi sono alzata e sono corsa in cucina finché Marco non mi vedeva. Ho preso la farina di riso dalla credenza, la polvere di tè matcha, lo sciroppo di riso e l’acqua. In un attimo avevo tra le mani un impasto maneggevole e compatto, ho creato delle palline e le ho messe a cuocere nei cestini della vaporiera. In pochi minuti erano pronte. Mi sono quasi ustionata per poterle assaggiare! A quel punto è arrivato Marco, rinchiuso nella sua cabina armadio da ore, e non poteva più lamentarsi se stavo cucinando a quell’ora perché l’ho costretto ad assaggiarne una e nemmeno lui credeva ai suoi occhi!

Io ve le consiglio per tutti i picnic che farete da qui alla fine dell’estate, per tutte le merende veloci del pomeriggio, per qualsiasi buffet voi stiate preparando perché sono simpatiche, versatili e adatte a tutti (senza glutine, senza latte e senza uova). Sono felice di presentarvele proprio in questa occasione tra l’altro: per partecipare al contest di Giulia, un’amica food blogger di Verona come me con cui amo condividere trucchetti di cucina. Auguri Giulia per questa tua magnifica iniziativa e che vinca il migliore! =)

 

Ingredienti:

1 tazza e mezza di farina di riso integrale

1 cucchiaio di polvere di tè matcha iswari

1 tazza di acqua

3 cucchiai di sciroppo di riso

mezzo cucchiaino di bicarbonato

1 cucchiaio di succo di limone

gocce di cioccolato extra fondente

un pizzico di sale

(vaporiera e carta forno)

 

Mescolate la farina, la polvere di tè matcha, il bicarbonato ed il sale. Versate l’acqua poca per volta fino ad ottenere un impasto elastico. Unite anche il succo di limone e le gocce di cioccolato. Impastate.

Fate delle palline aiutandovi con della farina di riso o della fecola.

Fate bollire l’acqua sotto la vaporiera, foderate i cestini della vaporiera con della carta forno ed appoggiatevi le palline. Mettete il coperchio alla vaporiera e fate cuocere 8 minuti.

Spegnete il fuoco, spostate il cestino e fate raffreddare 5 minuti. Ora si possono assaggiare. Si conservano per un paio di giorni ,poi tendono ad indurire perché non contengono grassi tipo olio e burro. In caso vi avanzassero non buttateli tagliateli a fette e scaldateli nel tostapane =)

*chi preferisce usare dello zucchero al posto dello sciroppo di riso non deve preoccuparsi. La ricetta originaria lo utilizzava; ne metteva 2-3 cucchiai, io consiglio uno zucchero di canna integrale se mai optaste per questa opzione. 

Con questa ricetta partecipo al contest “PRELIBATEZZE DA BUFFET” del blog “Il pomodorino confit” di Giulia Moscardo. I premi in gara sono favolosi, le ricette che ospiterà ancora di più, io vi consiglio di partecipare =)

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Risotto al salto