gnocchetti senza glutine

So che il Carnevale è passato… ma è sempre tempo di gnocchi. Soprattutto perché sono riuscita a prepararli solo negli ultimi giorni. Per la prima volta sono riuscita a cucinare degli gnocchi incredibili senza glutine.

Non ho fatto tutto da sola, non voglio prendermi tutto il merito. Ho avuto due aiutanti speciali: la mia mamma Paola e mia cugina Michela. Ho pesato le giuste quantità di farina, rispettato la tecnica della mamma, aggiunto un pizzico di sale all’impasto e scelto un sugo bizzarro.

Dalle mie parti c’è una ricetta speciale di gnocchi: gli gnocchi col burro, la cannella, lo zucchero ed il parmigiano. Io ve ne propongo una mia personale rivisitazione leggermente più corretta nutrizionalmente parlando. Ho condito i miei gnocchetti con un olio extra vergine integrale a crudo, una spolverata di cannella, qualche granello di zucchero di canna integrale ed un trito di anacardi salati. 

 

(altro…)

riso carnaroli semilavorato pere, noci e fermentino

“Devo assolutamente approfittare delle ultime pere per preparare questa ricetta” mi sono detta! Ed eccomi qua con un piatto prelibato, dal sapore delicato ma allo stesso tempo sorprendente ed insolito.

Nella mia cucina oggi è arrivato il riso carnaroli della linea San Marco, un semilavorato mappato di una azienda del Veronese con cui ho già collaborato in passato. Sono fiera di farvi conoscere i loro prodotti perché ho piena fiducia nel loro lavoro. La loro storia comincia nei primi anni 50, un azienda familiare quella dei Cremonesi passata di generazione in generazione. Al comando oggi c’è Tommaso un ragazzo che conosco da quando sono piccola, ha qualche anno in meno di me ma lavora davvero sodo. E’ bello vedere l’impegno delle persone, vedere quando si impara il mestiere di un padre, di un nonno.

L’ultima volta che sono stata in azienda mi hanno parlato di questi nuovi prodotti semilavorati mappati cioè tracciabili sul territorio. Sulla confezione si trova il numero di un buono ente nazionali risi, un ente pubblico visibile a tutti, che indica in base all’annata da quale pezzatura proviene la materia prima.

(altro…)

pane di grano saraceno

Questa ricetta è uno di quei risultati che aspettavo da tempo, una soddisfazione con la S maiuscola. Il pane in cassetta di grano saraceno, scuro, profumato e naturale. Eh si, quello da tagliare a fette, fatto totalmente di farina di grano saraceno, naturalmente senza glutine, senza addensanti o conservanti aggiunti. Ha una lievitazione veloce: me l’hanno insegnato così. Si prepara in meno di due ore, dura diversi giorni ed è molto molto molto versatile. Si abbina benissimo all’humus, allo speck o alla marmellata di frutti di bosco.

Io ve lo consiglio, sia che siate intolleranti al glutine, celiaci o semplicemente interessanti a variare un pochino. Ho aggiunto qualche semino per aumentare la croccantezza, potreste mettere dei semi di finocchio o farne una variante dolce con l’uvetta passa o le bacche di goji. 

 

(altro…)

creckers di ceci

E pensare che da bambina mangiavo solo cose salate! Adoravo il toast, il panino imbottito del panificio con il prosciutto cotto appena affettato, le pizzette ai funghi, le schiacciatine, i grissini… non so cosa sia successo poi! …forse crescendo ho cambiato i miei gusti oppure gli impegni, lo stress dello studio devono avermi fatto sentire il bisogno di qualche coccola in più ed eccomi qui a curare un blog che principalmente propone ricette dolci. Giusto questa mattina pensavo a quanto sia magico il profumo di una torta nel forno; a quanto questo renda più accogliente una casa.

Eppure con questa ricetta ho intenzione di tornare alle origini. Vi propongo dei creckers proteici senza glutine con la farina di ceci, olio extra vergine e rosmarino essiccato. Una ricetta che ha stupito tutti, compresa la sottoscritta. Questi creckers sono friabili, saporiti, profumati e leggerissimi. Provare per credere!

(altro…)

tartufi al latte di cocco

Un peccato di gola a tutti gli effetti! Delle volte è difficile rinunciare a tutto, soprattutto a quei pasticcini tipici che si mangiano in un boccone. Quando ero piccola a casa mia se si festeggiava un compleanno c’era l’abitudine di comperare le pastine, quelle nel vassoio. Ce n’erano di tutti i gusti ma io sceglievo sempre la fiamma o la castagnola se c’era. Dovevo contendermele col papà che, per fortuna, alla fine me le cedeva sempre!

Eccone una variante senzalattesenzauova, senza burro o panna. Delle palline cioccolatose, dolci, morbide, profumate e con quel tantino di liquore che non guasta mai. Io vi consiglio di provare questi tartufi sono sicura che andranno a ruba!

(altro…)

CONSIGLIA Ciambella con sorpresa